Home » I nostri lavori » come funziona la stufa??

come funziona la stufa??

ISTRUZIONI D'USO DELLA STUFA IN MAIOLICA

TRADIZIONALE PIENA

Innanzi tutto La ringraziamo per la preferenza dataci dimostrando fiducia nella nostra produzione di stufe in maiolica. La invitiamo dunque a seguire i nostri suggerimenti e piccole raccomandazioni per avere la massima resa della stufa e assicurarne l'efficienza e la durata nel tempo.

   

  • Al primo utilizzo della stufa è indispensabile bruciare per 7-8 giorni quantità crescenti di legna secondo quanto indicato dal fumista ( minimo ............ kg), TENENDO LO SPORTELLO DI ALIMENTAZIONE COMPLETAMENTE APERTO. Questo accorgimento favorisce l'evaporazione dell'acqua impiegata per la costruzione. Si raccomanda inoltre, quando si riaccende la stufa dopo un lungo periodo di inutilizzo, di ripetere per 1-2 giorni le operazioni sopra descritte, per evitare in questo caso l'escursione termica.

  • In fase di uso normale della stufa, e quindi in fase di combustione, È OBBLIGATORIO TENERE LO SPORTELLO COMPLETAMENTE APERTO, bruciando completamente la quantità di legna. La quantità di legna sarà in funzione della superficie radiante della stufa e deve essere bruciata fino a ridurre il tutto a brace: SOLO A QUESTO PUNTO SI POTRÁ CHIUDERE LO SPORTELLO.

Per la qualità della combustione, e quindi per la migliore resa, è fondamentale usare della legna di pezzatura ridotta ( 4-5 cm ) e di lunghezza variabile da 30 a 50 cm, asciutta e stagionata da almeno 12 mesi. ( NB: questo tipo di legna assicura una combustione ottima e pulita, riducendo notevolmente il formarsi di fuliggine nei giri di fumo e nella canna fumaria, e aumentando così i tempi di pulitura della stufa.)

  • Pulizia: l'intervento minimo per la pulizia dei giri di fumo è di 4 anni, mente LA 

    CANNA FUMARIA DOVRÁ ESSERE PULITA OGNI ANNO: per questa operazione rivolgersi a personale specializzato, spazzacamini professionisti abilitati.

    La cenere che si forma nel focolare non va rimossa necessariamente ogni volta, ma solamente quando ce n'è in eccesso e comunque, lasciando uno strato di 2-3 cm per favorire una migliore combustione.

  • Accensione: inserire nel focolare la quantità di legna indicata dal fumista ( .......Kg ). Usare i cubetti accendi-fuoco per avviare la combustione, far bruciare il tutto come sopra descritto, quindi chiudere lo sportello.

    Nella mezza stagione il carico di legna potrà essere effettuato ad intervalli di 18-20 ore, mentre nei mesi più freddi è consigliato effettuare l'operazione ogni 12 ore.

  • Precauzioni: NON AGGIUNGERE MAI LEGNA A FUOCO SPENTO CON LO SPORTELLO CHIUSO ( es. “preparo la legna per la volta successiva”).

  • Corretto funzionamento: non si deve formare del catrame all'interno del focolare e dello sportello: ciò si può verificare solo se la legna è umida o se l'apporto d aria dallo sportello è insufficiente. Se la stufa verrà usata in questo modo si darà origine ad una cattiva combustione creando problemi quali il precoce intasamento dei giri di fumo e della canna fumaria.

  • Ambiente: la stufa crea combustione pulita per l'elevata temperatura che si ottiene usando solo legna asciutta, quindi evitiamo di usarla come inceneritore e di bruciare cosa non sia legna.

Se verranno rispettate queste poche regole avremo una stufa sempre efficiente e in grado di riscaldare in modo ottimale e piacevole.